5 Giugno 2020

Carotenoidi: non solo per la pelle

In questo periodo aumenta la voglia di esporsi ai raggi solari. L’abbronzatura passa anche da ciò che si mangia: via libera quindi, al consumo di carotenoidi, benefici anche per il nostro sistema immunitario: una review lo spiega.

Stampa

Frutta e verdura contengono carotenoidi detti “non provitaminici A”, come il licopene, la luteina e la zeaxantina e quelli “provitamina A”, come il betacarotene, la β-criptoxantina e l’α-carotene.

Tra questi composti, il betacarotene si rivela una delle maggiori fonti di vitamina A nella dieta, ampiamente studiato per i suoi benefici per la salute  che coinvolgono anche il sistema immunitario. Il betacarotene, infatti, viene convertito in acido retinoico, una nota molecola immunomodulante.

Gli studiosi spiegano come una carenza di vitamina A predisponga l’organismo ad una diminuita risposta immunitaria e che l’acido retinoico sia direttamente coinvolto nella regolazione della risposta immunitaria innata, la prima risposta dell’organismo in grado di prevenire le infezioni.

Gli autori della review sottolineano che bassi livelli di vitamina A e carotenoidi sono associati non solo a condizioni di immunodeficienza, ma anche a stati infiammatori e condizioni di autoimmunità, con la possibile comparsa di disfunzioni del GALT (Gut Associated Lymphoid Tissue). Questo è il tessuto linfoide associato all’intestino, responsabile della protezione delle mucose dagli attacchi infettivi.

In base ai dati analizzati, l'assunzione totale di carotenoidi dovrebbe essere compresa tra 5,42 e 15,44 mg/giorno, con un intervallo di assunzione raccomandato di 2-4,8 mg/die per il betacarotene, 10-20 mg/giorno per la luteina e 5,7-15 mg/giorno per il licopene. Ad ogni modo, anche l’assunzione di dosi più elevate di betacarotene, sia attraverso l’alimentazione che con l’integrazione, è stata associata ad effetti salutari, con risultati particolarmente promettenti relativi all’integrazione di licopene.

Pare quindi che l’integrazione di carotenoidi, con particolare attenzione verso il betacarotene e il licopene, siano benefici per l’organismo e per la risposta immunitaria. I ricercatori spiegano che prima di poter formulare raccomandazioni precise però, sono necessari ulteriori studi per confermare questa ipotesi.

In attesa di ulteriori conferme, mai farsi mancare frutta e verdura a tavola, elementi cardine di una sana alimentazione mediterranea.

Bibliografia
Toti E, Chen CO, Palmery M, Villaño Valencia D, Peluso I. Non-Provitamin A and Provitamin A Carotenoids as Immunomodulators: Recommended Dietary Allowance, Therapeutic Index, or Personalized Nutrition?. Oxid Med Cell Longev. 2018;2018:4637861. 2018 May 9.