28 Novembre 2018

H. pylori? Prendi la vitamina giusta

Perché non provare un approccio non invasivo contro Helicobacter pylori? La vitamina C, infatti, possiede caratteristiche tali da poter essere considerata un potenziale trattamento contro questa infezione. La ricerca conferma.

Stampa

La vitamina C, o acido ascorbico, agisce sia come agente preventivo che terapeutico contro l’infezione da Helicobacter Pylori. Questo batterio è uno delle prime cause di malattie che colpiscono il tratto gastrointestinale superiore tra cui vi sono la dispepsia, l’ulcera peptica, il bruciore di stomaco e il reflusso gastroesofageo. In Italia l’infezione da H. pylori ha una prevalenza stimata tra il 30 e il 50% della popolazione adulta.

La capacità di questo batterio di sopravvivere nello stomaco è data dall’abilità di sintetizzare un grande quantitativo di ureasi, un enzima chiave per la colonizzazione batterica della mucosa gastrica che permette al batterio di sopravvivere a pH molto acidi, proprio come quello presente nello stomaco.

Tra i meccanismi alla base del ruolo preventivo della vitamina C verso l’infezione da H. pylori vi è la sua spiccata proprietà antiossidante, che permette l’eliminazione dei radicali liberi. L’acido ascorbico, inoltre, potenzia il sistema immunitario: molti studi, infatti, dimostrano che l’invecchiamento del sistema immunitario può essere contrastato con la supplementazione di vitamina C.
Per quanto riguarda, invece, il ruolo terapeutico della vitamina C, lo studio mette in evidenza tre principali meccanismi d’azione. Prima di tutto l’inattivazione dell’enzima ureasi, fondamentale per la colonizzazione della mucosa gastrica da parte del batterio; un altro meccanismo importante è rappresentato dalla capacità di stimolare la sintesi di collagene, particolarmente abbondante nella lamina propria, la cui abbondanza può portare ad una maggiore difficoltà di infiltrazione del batterio nei tessuti. Infine, non meno importante, è la capacità della vitamina C di stimolare la sintesi di prostaglandina E2 (PGE2), particolarmente abbondante nel succo e nella mucosa gastrica, con importanti proprietà protettive dello strato interno dello stomaco. 

L’eradicazione di H.pylori con antibiotici è clinicamente ben accettata ma, come dimostrano numerosi studi clinici, l’utilizzo di un approccio non invasivo come la vitamina C, in associazione ai trattamenti standard, può aumentare la probabilità di successo della terapia.

 

Bibliografia
Azhar Hussain, Elsa Tabrez, Jagannadha Peela, Prasanna Honnavar, Shams S.M. Tabrez. Vitamin C: A Preventative, Therapeutic Agent Against Helicobacter pylori. Cureus2018 Jul 30;10(7):e3062.

Scopri C complex 1000 t/r LongLife, integratore di vitamina C con bioflavonoidi da agrumi, a rilascio graduale.