28 Agosto 2020

Terza età e integratori: binomio efficace?

Per molti gli integratori non possono far male, perché “sono naturali, che vuoi che sia”. Niente di più falso! Promuovere un’educazione al loro consumo resta prioritario, a qualsiasi età, come emerso in questo studio americano.

Stampa

Lo scopo della seguente analisi era di descrivere ed esplorare le caratteristiche associate all’uso di integratori alimentari e di identificare eventuali interazioni con farmaci in una campione di popolazione rurale anziana.

Negli Stati Uniti, oltre 170 milioni di persone consumano integratori alimentari, e la fascia di popolazione che ne fa maggiormente uso sono gli anziani. Per molte persone l’accesso alle cure mediche è proibitivo: ecco perché le fasce anziane della popolazione rurale tende a considerare l’integratore come un approccio alternativo alla gestione di una malattia o per mantenere un buon stato di salute. Dovendo assumere molti farmaci per gestire specifici disturbi cronici, si può dire che ‘arrotondano’ col fai-da-te. In previsione, questo atteggiamento andrà aumentando, esponendo gli anziani al rischio di possibili interazioni ed effetti collaterali.

Per questa ragione, è stata svolta un’indagine a partire dai dati raccolti da 138 partecipanti (di età media 78 anni) su integratori, farmaci e condizioni sanitarie.

A quanto emerso, l’83% dei partecipanti fa uso di integratori oltre ai farmaci prescritti. Il 57% prendeva vitamina D, il 52% calcio, il 15% vitamina C, il 13% potassio e vitamina E.

Se compariamo questo campione di popolazione con la media nazionale statunitense, emerge che un’elevata percentuale di anziani fa uso di integratori alimentari in aggiunta ai farmaci prescritti: questa pratica li espone maggiormente al rischio di interazione tra principi attivi.

Secondo gli Autori, la consapevolezza di questi comportamenti dovrebbe incidere su un diverso approccio da parte del personale medico, soprattutto se in ambito rurale. Il primo e fondamentale aspetto di cui farsi carico dovrebbe essere la concordanza dei medicinali, illustrando e documentando all’assistito le caratteristiche degli integratori: fornire una corretta educazione sul consumo degli integratori alimentari per migliorare la conoscenza del paziente e prevenire un uso scorretto.

 

Bibliografia

Shade MY et al., Analysis of oral dietary supplement use in rural older adults, J Clin Nurs., 2020 May.