18 Marzo 2019

Polifenoli, più ne assumi e meglio è

I polifenoli sono una vastissima classe di composti il cui consumo è associato alla prevenzione di numerose patologie croniche. Sembrano “semplicemente” degli antiossidanti, eppure il loro target salutistico è multifunzionale. 

Stampa

Sono numerose le evidenze scientifiche che suggeriscono che l’assunzione di alimenti ricchi di polifenoli possa contribuire a diminuire il rischio di alcune patologie croniche.

Questo editoriale cita una raccolta di oltre una sessantina tra gli studi più recenti su tali composti, diffusi ubiquitariamente nel mondo vegetale, estrapolando i dati conclusivi per fare un bilancio su quanto ad oggi si conosce riguardo gli effetti dei polifenoli sulla salute umana e come prevenzione o cura le per malattie non trasmissibili.

La ricerca ha voluto dettagliare l’azione di queste molecole con originali contributi che riguardano i loro potenziali effetti protettivi nei confronti di malattie cardiovascolari, di alcuni tipi di cancro e di malattie neurodegenerative.

Sono stati suggeriti alcuni meccanismi molecolari, tuttavia una delle azioni biologiche su cui gli studiosi puntano maggiormente è l’attività antiossidante.

Dal punto di vista epidemiologico è stato evidenziato che un alto apporto di polifenoli con la dieta è inversamente correlato alla mortalità e alla malattia cardiovascolare, allo sviluppo di alcuni tipi di cancro e di disturbi dell’umore ed è invece associato a buone misure antropometriche.

Sono state inoltre osservate le associazioni tra gli estratti vegetali (ricchi in polifenoli) e alcune condizioni, come la silibina (contenuta nel cardo mariano) e il fegato grasso, il resveratrolo e i fattori di rischio cardiovascolare, i flavanoli (di cui fanno parte catechine, epigallocatechine, epigallocatechingallato, proantocianidine - OPC) e la composizione corporea, i livelli di lipidi nel sangue, la risposta glicemica e l’obesità.

È stato anche evidenziato l’effetto protettivo attribuito alla capacità dei polifenoli di ridurre la produzione di specie reattive dell’ossigeno (ROS) e di modulare gli enzimi di fase II responsabili della risposta ossidativa cellulare; altri studi hanno invece messo in rilievo gli effetti chemiopreventivi, inclusa l’eliminazione di agenti carcinogeni, la modulazione di pathway responsabili del segnale cellulare e della progressione del ciclo cellulare e dell’apoptosi. 

Bibliografia
Grosso G. Effects of Polyphenol-Rich Foods on Human Health. Nutrients. 2018 Aug 14;10(8).

Scopri OPC complex LongLife, integratore di proantocianidine oligomeriche (OPC) con bioflavonoidi da agrumi, corteccia di pino ed estratto di semi d’uva rossa.