10 Aprile 2019

Il maschio? È latino!

Ecco quanto appena confermato da una recente review: pare che le problematiche legate alla sessualità maschile possano beneficiare (e molto) di un certo approccio alimentare. Scopriamo quale!

Stampa

La carenza di testosterone (o ipogonadismo) è una condizione che affligge molti uomini, e le sue manifestazioni cliniche sono diminuzione della libido, disfunzione erettile, diminuzione della massa magra, minore densità ossea – tra le altre. Inoltre, si può manifestare o aggravare con l’età: i dati riportano che, sopra i 60 anni, può arrivare a soffrirne un maschio su due.

La disfunzione erettile è un disturbo che interessa circa il 17% della popolazione maschile italiana, e sono in continuo aumento le evidenze a supporto di una correlazione tra fenomeni come obesità e sindrome metabolica e disfunzioni sessuali maschili. Gli Autori di questa review si sono pertanto interrogati su quale sia il ruolo dei fattori alimentari nelle problematiche maschili, ma soprattutto quanto e come incida.

Confrontando gli studi pubblicati tra il 1977 e il 2017, i ricercatori si sono concentrati su quelli in cui si evidenziava una relazione tra vari modelli dietologici e la salute sessuale maschile: vediamo che tratti sono emersi.

In media, individui con patologie aterosclerotiche e rischio cardiovascolare sono più facilmente esposti a sviluppare disfunzione erettile. Visto il ruolo fondamentale dell’alimentazione come prevenzione cardiovascolare, gli Autori presumono che una dieta equilibrata potrebbe favorire il miglioramento dei disturbi erettili.

Sono stati passati al setaccio studi molto diversi tra loro che hanno analizzato gli effetti delle diete più disparate: la dieta paleolitica, la vegetariana, la vegana… a quanto emerso, è ancora una volta la Dieta Mediterranea a occupare il primo gradino del podio.
Si è osservata una minore frequenza di disturbi erettili in associazione alla Dieta Mediterranea. In aggiunta, la letteratura conferma che la perdita di peso in soggetti sovrappeso o obesi può contribuire a migliorare questo tipo di problematica.

Gli Autori concludono sottolineando che il collegamento tra alimentazione e salute sessuale maschile (nello specifico la relazione Dieta Mediterranea / disfunzione erettile) risulta più che mai convincente, ma occorrono nuovi studi clinici per stabilire i benefici specifici.

Quindi attenzione alla dieta, latin lover!

Bibliografia
La J, Roberts NH, Yafi FA. Diet and Men's Sexual Health. Sex Med Rev. 2018 Jan;6(1):54-68.

Scopri L-Arginine LongLife, integratore di L-arginina, aminoacido precursore dell’ossido nitrico. È senza glutine e vegan.