Tutto sul peso

07 Ago

Sostituti del pasto, una valida opzione?

Una cosa è certa: un pasto sostitutivo deve essere inserito consapevolmente nel piano alimentare, associato ad una buona attività fisica. Ma cosa dicono gli studi sulla sua efficacia per la perdita di peso? Una review risponde.

15 Mag

Spirulina, ‘quasi’ perfetta per la linea!

Un recente studio consolida il ruolo virtuoso della spirulina per la riduzione del peso corporeo nei soggetti obesi. La spirulina si conferma, quindi, quasi perfetta: l’obesità richiede soprattutto di rivedere le proprie abitudini!

14 Feb

Tè verde e obesità: nuove conferme

Viviamo in una società obesogenica: il progresso ci fa fare sempre meno fatica e ci induce a far poco movimento, accumulando massa grassa. Dalla ricerca arrivano conferme sul ruolo del tè verde come elemento anti-obesogenico.

26 Nov

Gimnema: seda la tua voglia di zuccheri!

Qualunque sia lo scopo del suo utilizzo, la gimnema è una vera pianta ‘divora zuccheri’, come viene chiamata dalla medicina ayurvedica. Un recente studio dalle applicazioni originali ne conferma le incredibili capacità.

15 Ott

Fenilalanina e sport uniti contro i lipidi

Si sa bene: aminoacidi e sport sono un’accoppiata vincente per mantenersi in forma! Questo studio si è concentrato esclusivamente sulla L-fenilalanina per verificarne l’effetto sui lipidi: scopriamo cosa è emerso.

20 Ago

Con il cromo mantieni la massa magra

Sicuramente l’esercizio fisico aiuta a compensare le perdite di massa magra dopo perdita di peso, ma non sempre lo fa nella misura necessaria. Per tale scopo, le ricerche hanno esaminato l’efficacia del cromo, che risulta vincente.

10 Lug

Caffeina e tessuto adiposo bruno

Alcuni studiosi britannici hanno scoperto che bere una tazza di caffè al giorno potrebbe stimolare la produzione di tessuto adiposo bruno, detto anche “grasso marrone”, riuscendo a contrastare obesità e diabete.

10 Giu

Italiane, siamo dimagrite!

Questi i risultati di un recente studio e sono numeri che fanno tremare: oltre 1000 ricercatori coinvolti che hanno analizzato i dati relativi a 112 milioni di adulti di oltre 200 Paesi per un periodo compreso tra il 1985 e il 2017.