15 Aprile 2019

BCAA, gli aminoacidi della giovinezza

Conosciuti per il loro effetto plastico e di rinnovamento muscolare, gli aminoacidi a catena ramificata (BCAA) assurgono all’importante ruolo di protettori contro la demenza e il morbo d’Alzheimer. Vediamo lo studio nel dettaglio.

Stampa

Ben vengano i BCAA come integratori energetici e anticatabolici (cioè che non ci fanno perdere tessuto muscolare), che diminuiscono i tempi di recupero post-esercizio e che possono essere utilizzati praticamente in quasi tutte le discipline sportive (body building, sport di potenza, sport aerobici, calcio, basket, ciclismo e nuoto).

Ma, grazie al continuo lavoro della ricerca scientifica, i BCAA sembrano destinati a ricoprire altri importanti ruoli nella salute umana.

Infatti, secondo uno studio pubblicato da Alzheimer’s & Dementia, bassi livelli degli aminoacidi a catena ramificata (BCAA, Branched Chain Amino Acids) isoleucina, leucina e valina, sono associati a un aumento del rischio dell’incidenza di demenza, indipendente da altri fattori di rischio convenzionale.
Juho Tynkkynen e colleghi del Dipartimento di Cardiologia e dell’Università Facoltà di Medicina e Scienze della Vita, dell’ospedale Taya Heart a Tampere, in Finlandia, hanno esaminato 8 studi di coorte prospettici.
In totale sono stati reclutati 22.623 partecipanti, escludendo soggetti con storia di demenza, incluso Alzheimer, ictus e altre malattie neurologiche che possono colpire la funzione cognitiva.

Nei casi di demenza e morbo d’Alzheimer rilevati, alti livelli di BCAA, creatinina e VLDL sono stati associati a un ridotto rischio di demenza. I BCAA, inoltre, sono stati collegati alla riduzione del rischio di Alzheimer.
In definitiva, questo vasto studio prospettico ha indentificato in bassi livelli di BCAA un aumento del rischio di demenza e, in particolare, di Alzheimer. Altri fattori di rischio sono bassa creatinina, HDL e tre sottoclassi di lipoproteine VLDL, ma in maniera più lieve.

Gli Autori auspicano la possibilità di nuovi studi per esplorare a fondo il ruolo di questi metaboliti nella patogenesi della demenza. 

Bibliografia
Tynkkynen J et al. Association of branched-chain amino acids and other circulating metabolites with risk of incident dementia and Alzheimer’s disease: A prospective study in eight cohorts. Alzheimers Dement. 2018 June;14(6):723–733.

Scopri BCAA LongLife, integratore di aminoacidi ramificati con vitamina B1 e B6.